Curiosità

Alcune curiosità sulla Salernitana 1919

Il suo nome ci racconta già da quando nasce la sua storia. La squadra, infatti, è stata fondata il 19 giugno 1919. Volendo rifarsi alla simbologia dei numeri, notiamo che nella data di nascita della squadra appare 3 volte il numero 19, cosa vuol dire? Il 19 indica una personalità incisiva e forte, e la squadra lo ha dimostrato.

Unione Sportiva Salernitana 1919 curiosità e non

Come in tutte le squadre che hanno una lunga storia, anche questa ha visto diversi eventi che l’hanno resa unica e qui ve ne vogliamo indicare qualcuno.

  • Dal momento della sua nascita, la quadra vede la rifondazione per ben 3 volte: 1927, 2005, 2011.
  • Il colore che accompagna la squadra dal 1943 è il granata ma nella stagione calcistica 2011/2012, per questioni giuridiche, ha dovuto assumere un altro colore.
  • Il simbolo, dal 1949 è l’ippocampo o cavalluccio marino.
  • La Salernitana 1919 è stata due volte in Serie A: nel 1947/48 e nel 1998/99.
  • Nel 1921/22 si fuse con lo Sporting Club Audax Salerno e nacque la Salernitanaudax che durò fino al 1925.
  • La squadra, alla fine della guerra, quando ripresero i campionati, vinse il Campionato della Liberazione.
  • Con l’allenatore Viani diffuse lo schema di gioco del Vianema, da cui ha avuto origine l’attuale “catenaccio italiano”.
  • La storia della Salernitana, anche se di riflesso, fu colpita da una disgrazia. Durante la partita Salernitana – Potenza, morì uno spettatore a seguito di un colpo d’arma da fuoco sparato da un poliziotto che tentava di sedare una rissa in campo.
  • Nelle sue file hanno giocato atleti come Cino Ferrara, Roberto Breda, Marco di Vaio e molti altri.
  • La stagione calcistica 1998/1999 vide la Salernitana in Serie A, ma la conclusione della stagione fu, ancora una volta, drammatica, anche se sempre di riflesso. Quattro tifosi, dopo aver assistito alla partita, troveranno la morte in treno a seguito di un incendio.
  • Nel 2011, dopo aver tanto lottato, la società è fallita a causa di una serie di debiti a cui neppure la vendita di tutti i gioielli di famiglia a Oro Compro a Roma, avrebbe messo la parola fine.
  • La salernitana rinasce attraverso il Salerno calcio e continua la sua lotta per la celebrità.