Notizie

Finali Play off serie B: la gara di andata al Palermo per 2 a 1 sul Frosinone

Mezzo piede in serie A. Il Palermo batte il Frosinone 2-1 nella gara d’andata della finale playoff di serie B disputata in Sicilia e ora sogna il ritorno nel massimo campionato italiano. Al Barbera i rosanero ribaltano il vantaggio ciociaro dovuto alla classifica e sabato sera a Frosinone avranno doppo risultato utile .

Il match  

Un Barbera strapieno di tifosi per spingere il Palermo di nuovo nella massima serie dopo un solo anno di B. I rosanero subito padroni del campo sul Frosinone che ha dalla sua la classifica. Bastano 5 minuti per far festa ma sono i ciociari che passano in vantaggio con una conclusione dai 30 metri di Ciano, la palla finisce sotto l’incrocio dei pali e Pomini non puà nulla se non restare a guardare. La formazione di Stellone non si abbatte e cerca in tutti i modi il pareggio che arriva meritatamente al 45′ con La Gumina, tra i più attivi dei padroni di casa, che dal limite calcia col destro infilando la palla a fil di palo alla sinistra di Vigorito. Nel secondo tempo il Palermo prosegue incessantemente sul lavoro meticoloso a centrocampo dominando la metà campo avversaria. Poco dopo l’ottantesimo minuto il 2 a 1 siciliano arriva con un autoglol con azione svilluppata da corner di Coronado. Terranova vuole rinviare ma invece infilia il proprio portiere. Esultanza ringraziamenti e dieci minuti di difesa impenetrabile per portare a casa il risultato, difeso come si dice con le unghie e con i denti. Ora a  Ora a Frosinone può bastare anche un pareggio. Tutto rimandato alla gara del 16 giugno, disponibile su www.codicebonusstranieri.com dove il Frosinone dovrà far valere il fattore casa per ribaltare un risultato altrimenti favorevole ai rosanero di Stellone.

 

L’ultima volta per i granata

Mai avvenuti gli scontri per la serie A, mai la Salernitana è partecipante ai playoff per il sogno promozione. L’ultima volta che i granata hanno disputato i playoff (di serie c però) è  stato nel 2006, contro il Genoa, fermata però nelle semifinali proprio dalla compagine rossoblu. Dopo quel pugno di gloria sappiamo tutti la tormentata vita della Salernitana cullata da presenze in serie B e in serie C1. Lontani i giorni della promozione diretta al campionato di Serie A, finendo in testa alla classifica, nell’ormai sbiadito ricordo del 1997/1998. L’anno prossimo, che sarà quello del centenario granata, continueremo a sperare per un posto tra le grandi che la città merita, soprattutto per l’attaccamento e la fede dei propri tifosi.