Calcio Notizie

Spreco e orgoglio per la Salernitana nei primi match del campionato

Dopo l’estate rovente delle società legate alla serie B, il campionato è finalmente partito, con tutta la festa dei tifosi, delle tivù e delle scommesse online. Anomala la formula a 19 squadre o almeno alquanto insolita vede tra le protagoniste la Salernitana nell’importante anno del centenario che in molti sperano di festeggiare con una promozione nella massima serie a più di vent’anni ormai dall’ultima partecipazione. Spreco e orgoglio sono proprio le parole giuste per definire il cammino iniziale della società granata della provincia campana nelle due prove finora disputate, tutte meridionali, prima contro il Palermo e poi contro il Lecce. I punti conquistati sono 2, con due pareggi e poche reti che bilanciano proprio il risultato di sprechi, nel match di debutto, e orgoglio, nel match contro i pugliesi in cui la Salernitana ha agguantato il pareggio nei minuti di recupero. Certamente la condizione giusta è ancora lontana ma le prime due partite hanno dato modo di mostrare a mister Stefano Colantuono di poter contare su un gruppo giovane e voglioso di vittorie, soprattutto pronta a cambiare in corsa modulo, dopo un’estate impostata ossessivamente su un 3-5-2 che non sempre ha prodotto i risultati sperati.

I match con Palermo e Lecce

Lo spettacolo reale nella prima giornata di campionato è avvenuta sugli spalti, con la coreografia dei tifosi granata che hanno salutato a dovere l’inizio del nuovo anno calcistico ma non è certo una novità quella della passione dei supporters salernitani. Noioso invece il match conclusosi sullo 0 a 0 contro il Palermo.  Dato persistente per tutti i 90 minuti se non fosse per qualche guizzo del Palermo nel primo tempo con Salvi e traversa di Traikovski. Dopo, il nulla, in cui si notava per entrambe le compagini una carente e palese condizione fisico atletica. Altro match invece quello con il Lecce allo stadio del mare della città pugliese. Anche in questo caso un pareggio per i granata adornato però da goal e spettacolo. Padroni di casa subito in goal al 4 minuto del primo tempo con Mancosu, con una rovesciata da cineteca. Il pareggio dei granata arriva al 72esimo minuto con Bocalon, ciliegina sulla torta di una costante crescita in campo dal goal subito al pareggio. Un’altra perla di Falco su punizione riporta il Lecce in vantaggio poco dopo gli 80 minuti ma è proprio qui che l’orgoglio granata prende il sopravvento riagganciando un pareggio inaspettato al 91 con Catiglia che batte Vigorito. 2 a 2, 2 punti in classifica e una pausa per perfezionare moduli e prestazioni.

Le dichiarazioni del co-patron Mezzaroma

Marco Mezzaroma, co-patron della Salernitana, è tornato a parlare, con un’intervista al quotidiano Il Mattino: “Che idea mi sono fatto della nuova Salernitana? Che sprechiamo i primi tempi e poi reagiamo con orgoglio nei secondi quarantacinque minuti. Nel complesso, comunque, ritengo che la squadra abbia conquistato due pareggi positivi contro avversari di valore. Ecco perché le sensazioni sono davvero positive, ma credo sia importante migliorare la gestione della partita e soprattutto l’approccio iniziale. L’aria all’interno dello spogliatoio? C’è entusiasmo, all’interno del gruppo l’uomo è decisamente positivo. Tutto sta crescendo nel verso giusto, con il tempo poi si dovranno affinare tutti i meccanismi. La sosta sarà certamente utile in tal senso. Che stagione sarà? Difficile, ancora di più rispetto alle ultime. Normalmente non amo guardare gli altri, mi soffermo più che altro su quello che accade in casa mia e credo che la Salernitana possa giocarsela con tutti. Già contro Palermo e Lecce ci sono stati i primi segnali in tal senso, se l’approccio e l’atteggiamento saranno sempre positivi allora sì che le cose potranno andare in un certo modo”.